• 0

KAMISHIBAI: VALIGETTA PIENA DI STORIE

Kamishibai. Ma di cosa si tratta?

E’ una forma di narrazione antichissima, nata in Giappone tra il nono e il decimo secolo all’interno dei templi buddisti, per raccontare e illustrare la dottrina. Più tardi si diffuse tra i narratori del Benshi, ovvero del cinema muto, mentre dopo la seconda guerra mondiale il Kamishibai venne portato in strada, a bordo di biciclette, per la gioia di grandi e piccini.

KAMISHIBAI

Foto 1: chinatownconnection.com

Il tutto cominciava con il battito di due pezzi di legno collegati da un cavo comunemente chiamato “Hyoshigi”, per annunciare, appunto, il proprio arrivo nei villaggi e l’inizio del racconto. L’avvento della televisione, a partire dagli anni 50, ha oscurato questa semplice, ma efficace tecnica di narrazione.

 

Oggi, invece, è un sussidio didattico usato nelle scuole, nelle biblioteche o semplicemente in famiglia per raccontare, ascoltare, guardare storie. E il risultato è davvero fascinoso.

Letteralmente Kamishibai vuol dire “dramma di carta“. Nella sua oggettività è una valigetta, di legno, pieghevole e trasportabile in ogni dove, nella quale, una volta aperta, è possibile far scorrere le illustrazioni del racconto.

I dialoghi sono brevi, incisivi e prediligono il discorso diretto.

KAMISHIBAI

Foto 2: artebambini.it

Il Kamishibai si posiziona sopra un tavolo dietro il quale si colloca il narratore che racconta la storia (da leggere dietro le illustrazioni che via via scorrono).

Il pubblico è davanti, spettatore di una delicata occasione narrativa, fatta di semplicità, visualizzazione, ascolto e comprensione, con un impatto emozionale garantito e un processo che genera, a mio avviso, concentrazione, calma e fantasticherie.

Senza fronzoli e senza iper stimolazioni.

 

 

In Italia è possibile acquistare il Kamishibai e le storie da far scorrere nella valigetta:


Forme e fantasia. Kamishibai

di Eleonora Cumer

Un triangolo, un quadrato, un cerchio… Quante forme geometriche diverse! Ma ecco che, con un po’ di fantasia, basta combinarle insieme per ottenere nuove, inaspettate e originalissime storie.

Tavole illustrate per kamishibai. Età di lettura: da 4 anni.


La Maratona

di Assunta Morrone

 

Un puntino, tanti puntini, una linea. È questo l’inizio di una strana e frenetica corsa ricca di traformazioni, in una maratona che tutto disegna.

Tavole illustrate per kamishibai. Età di lettura: da 5 anni.


La mia mano. Kamishibai

di Fuad Aziz

Con la mia mano posso accarezzare, riservare a qualcuno un gesto gentile, giocare, colorare, creare opere inimmaginabili… Le mani sono strumento di pace! Che cosa può fare di speciale la tua mano oggi?

Tavole illustrate per kamishibai. Età di lettura: da 5 anni.


Cavaliere souvenir

di Lucia Scuderi

 

Eustachio deve andare, tante cose deve fare, non ha tempo da sprecare. Gli dicono: Per piacere, vedi un po’ di rimanere. Certo il tempo è un gran tiranno, in un “Ba” si mangia un anno. Tutti corrono. Che affanno!

Tavole illustrate per kamishibai. Età di lettura: da 4 anni.


 

 

Non mancano, però, esperienze di Kamishibai fatte in casa, quelle che mondodiluna.it ha apprezzato in questi anni, come : lacasanellaprateria.com

 

 

KAMISHIBAI: VALIGETTA PIENA DI STORIE

mondodiluna.it

mondodiluna.it offre approfondimenti, letture, spunti, strade da percorrere, esperienze scolastiche e atteggiamenti positivi per rendere omaggio ad un periodo della vita umana che ha bisogno di esperienze positive e sostegno. "L’infanzia è un tempo prezioso, da vivere con emozione e dolcezza, con consapevolezza e senso civico."

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tredici + quattro =