FILASTROCCHE E POESIE

FILASTROCCHE… POESIE… perchè fanno bene al cuore e alla mente, perchè fanno cantare e suonare, perchè le puoi richiamare di giorno e di notte, per rallegrare qualcuno o semplicemente se stessi, per sdrammatizzare o enfatizzare, per andare lontano o per restare vicino…

perchè non hanno età, piacciono a grandi e piccini piccini, perchè servono per giocare e immaginare, per costruire strade di parole e suoni, per addomesticare la lingua e le orecchie.

Tracce di poeti e filastrocchieri per bambini e bambine. Usatele democraticamente, sensa sconti e in qualsiasi momento della giornata. A casa, a scuola, in auto, nell’attesa dal pediatra o semplicemente passeggiando osservando il mondo. Recitatele proprio a tutti, anche ai neonati: esse hanno un ritmo semplice, ripetitivo che riporta al tempo respiratorio e al battito cardiaco che il piccolo sentiva nella pancia.

Canticchiare le parole diventa un gioco…

“Prendete una parola, prendetene due… fatele cuocere come se fossero uova… scaldatele a fuoco lento, versate la salsa enigmatica, spolverate con qualche stella, mettete pepe e fatele andare a vela ” – Raymond Queneau

BIBLIOGRAFIE TEMATICHE BAMBINI 2 / 10 ANNI

COCCOLE E FILASTROCCHE

scritto da Giulia Baronchelli, Celia Carpi Germani

edizioni Giunti – con cd

dalla nascita

Una raccolta illustrata di giochi e rime che i genitori possono proporre ai loro piccoli, seguendo l’andamento ritmico e musicale di filastrocche tradizionali nate proprio per sollecitare un rapporto di coccole con i bambini. Dalle notissime “Occhio bello, suo fratello” e “Mano mano piazza, passò la lepre pazza” a testi regionali meno noti e tutti da scoprire, sono circa cento le proposte di questo libro, da tenere sempre a portata di mano e di voce.

Il testo è supportato da immagini che guidano alla mimica relativa alle filastrocche o alle canzoncine presentate. Questa edizione offre anche un pratico CD con le rime del volume.


DIECI DITA ALLE MANI, DIECI DITA AI PIEDINI

scritto da Mem Fox, Helen Oxenbury

edizione il Castoro

dai 6 mesi

Non c’è nulla di più dolce delle manine e dei piedini dei bambini appena nati. Che siano bimbi di città o piccoli abitanti dei ghiacci. Che vivano in una piccola tenda o tra le verdi colline. Che siano avvolti in una soffice coperta o che siano raffreddati. Perché si sa che dovunque essi siano “come tutti i bambini hanno dieci dita alle mani e dieci dita ai piedini”.

Un delicato libro in rima da leggere ai bebè. Una filastrocca col dono della semplicità e della tenerezza, da leggere ad alta voce ai piccoli, fin dai loro primi mesi di vita. Illustrazioni ad acquerello.


RIME PER LE MANI

scritto da Chiara Carminati, illustrato da Simona Mulazzani, musicato da Giovanna Pezzetta

edizioni Panini Franco Cosimo – con cd

da 1 anno

Rime per le mani” è un libro ricco di illustrazioni e tante filastrocche adatte ai più piccoli. È una linea editoriale pensata per giocare, ridere, conoscere, guardare… per crescere insieme. E se non basta, anche un cd da ascoltare e ballare per giocare con le parole, esprimersi con il corpo, muoversi con la musica. Per chi vuole giocare con la musica e con il corpo.

Leggile al tuo bambino e riascoltale nel CD allegato, ognuna arrangiata secondo un genere musicale differente: jazz, blues, folk… A ogni filastrocca corrispondono attività, gesti e movimenti da realizzare insieme al tuo bambino, per rendere la lettura un momento coinvolgente e divertente.


I BESTIOLINI

scritto da Gek Tessaro,

edizioni Franco Cosimo Panini

da 1 anno

Quante zampe ha il ragno? E che come si muove la cavalletta? E poi formichine, bruchini, api… quanti bestiolini popolano il prato! Ogni animaletto si presenta con una filastrocca ritmata e divertente e racconta tante piccole curiosità che lo caratterizzano.

Leggi il libro all’aria aperta, disteso su un bel prato fresco e prova a far riconoscere i piccoli protagonisti! Perchè anche le piccole cose che ci circondano e che spesso sono difficli da vedere hanno la loro importanza.


TIRITERE

scritto da Bruno Tognolini, illustrato da Antonella Abatiello

edizioni Franco Cosimo Panini

da 0 anni

TIRITERE è stato inserito fra i White Ravens 2009, i 250 libri per l’infanzia migliori del mondo scelti dalla Jugendbibliothek di Monaco. Un progetto ambizioso e affettuoso, raffinato e premuroso, nel rispetto della sicurezza del bambino e non utilizzando manodopera infantile.

Una serie di “tiritere” per scoprire il ritmo musicale delle parole, con l’aiuto di papà e mamma e fare tanti giochi di parole e associazioni di colori. Un libro pensato per stimolare il bambino, per giocare, per ridere, conoscere e guardare.


CHE TEMPO FA?

scritto da Fortis De Hieronymis Elve

edizioni Interlinea

da 3 anni

“Tempo brutto o tempo bello? Oggi il sole fa il monello: fra tre nuvole gioconde, prima c’è poi si nasconde”. Pioggia, sole, nuvole, neve e altre occasioni atmosferiche scoperte in forma di parole e colori attraverso le storie di simpatici animali. Una lunga filastrocca che diverte e stimola l’attenzione e il riconoscimento di parola e immagine.

Un brano del libro: Oggi il sole fa il monello: fra tre nuvole gioconde, prima c’è, poi si nasconde. QUA QUA QUA – quattro anatrelle spensierate, lisce e belle, stan giocando a nascondino, QUA QUA QUA, nell’acquitrino, giallo il becco, blu la testa, tre son qui, una è nascosta.


MAMMA LINGUA – Ventuno filastrocche per neonati e per la voce delle mamme

scritto da Bruno Tognolini, illustrato da Pia Valentinis

edizioni Il Castoro

Ventuno filastrocche piene di suoni e ventuno illustrazioni, una per ogni lettera dell’alfabeto per far conoscere il mondo ai piccolissimi. Le parole del testo sono rivolte alle mamme, ma il suono è tutto per i bambini che ne ascoltano la voce che, come il canto della balena, li accompagna mentre si addormentano, piangono, giocano… Raccontano dell’acqua, elemento naturale, della bocca che succhia e bacia, del sonno e della cacca (come non parlarne?), insomma il mondo che già circonda il bambino o che accoglierà il piccolo che sta per nascere. Mammalingua è un libro da sfogliare, da leggere, da recitare, da cantare come una affascinante raccolta di semplici e dolci ninne nanne.


NON DIRLO AL COCCODRILLO

scritto da Stefano Bordiglioni, Febe Sillani

Emme edizioni

da 4 anni

Una raccolta di filastrocche scritte da Stefano Bordiglioni, che diventano canzoni con l’aggiunta della musica di Marco Versari. Non si tratta di un’operazione strana o difficile, perché le filastrocche, per loro stessa natura, possiedono già una certa musicalità. La particolarità di queste canzoni per bambini è che spingono a giocare col testo, fanno venir voglia di cambiare le parole, di provare a rifare qualcosa di simile. Ai testi surreali e a volte infantili delle canzoni, si contrappongono gli arrangiamenti “adulti” di Marco Versari, che spaziano nei generi, dallo swing al boogie-woogie, rigorosi e ricchi. In ogni filastrocca è nascosta una canzone. Magari una canzone un po’ rap, con un topo che balla di notte. O magari uno stornello travestito da jodel tirolese. Comunque una canzone c’è sempre. Bastano due accordi di chitarra e il gioco è fatto…


RIDI RIDI’

scritto da Roberto Piumini

Fabbri editori – con cd

da 4 anni

Che ci fanno tutti insieme un gorilla, un gufo, un gallo, un canguro e una gattina, una lunga gaia anguilla, un paguro e una gallina? Le doppie, gli accenti, le complicazioni della nostra lingua diventano gioco e poesia. Ceci in cucina, zanzare pazze, angeli ingenui, maghi e streghe, bocce che diventano bocche: quante parole difficili, strane, che si confondono e s’ingarbugliano. Ma basta farle giocare in tante filastrocche per capire che non sono poi così difficili. Canzoni di Giovanni Caviezel.

Per ascoltare e riascoltare insieme a mamma e papà.


FILASTROCCHE DI BENVENUTO

scritto da Chicco Gallus, illustrato da Francesco Chiacchio e Pia Valentinis

edizioni Motta Junior

da 3 anni

Riunisce le filastrocche che l’autore ha scritto, in una ventina di anni, ogni volta che gli è arrivato un nipotino o che è nato un bambino ad amici, conoscenti, colleghi, vicini di casa.

Ogni bimbo ha un nome, ogni nome ha un suono per le orecchie di chi lo ascolta e un destino per il cuore di chi lo porta. Ad ogni bimbo, titolare di un nome e di un destino, Chicco Gallus ha regalato una poesia di benvenuto, per dire “grazie che sei qui e che sei unico”. Non ci credete? Leggete il libro: le sorprese sono già nella prima pagina.


DUE CHE SI AMANO

scritto da Wolf Erlbruch, Jurg Schubinger

edizioni E/O

da 6 anni

Tante filastrocche sull’amore e su tutto quel che gira intorno all’amore, perchè di amore non ce ne mai abbastanza.

L’amore, e tutto quel che gira intorno a cosa sia l’amore, è difficile da definire. Solo una cosa sembra chiara: è qualcosa che ha a che fare coi baci e robe del genere. Due che si amano, in ogni caso, è un libricino per tutti quelli che si fanno domande sull’amore. Su chi voglia, possa e persino debba baciare chi. Sul prima e sul dopo. Sul vedersi, sullo star bene e sul lasciarsi. I versi di Jürg Schubiger e le immagini di Erlbruch ricordano a tutti gli innamorati che, tutto sommato, l’amore è più bello che difficile, e non dovremmo dimenticarlo mai.


POESIE PER ARIA

scritto da Chiara Carminati e Clementina Mingozzi

edizioni Topipittori

da 6 anni

Nebbie e cieli di cristallo, brezze e tempeste, geli stellanti e notti tranquillissime di luna. In una galleria meteorologica di nitido splendore poetico, l’invisibile nulla dell’aria diventa teatro dello spettacolo più affascinante del mondo: quello della bellezza del creato, mutevole e cangiante, fatta di fenomeni grandiosi e movimenti minimi, silenzi interminabili e fragori assordanti, ritmi lenti e melodie rapidissime. Simile, nel suo mutare incessante, agli stati d’animo che accompagnano il sentimento del vivere. Così, il canto che celebra gli umori del tempo finisce per somigliare, in queste composizioni di immagini e parole, all’essenza stessa dell’aria e del pensiero, per leggerezza, chiarezza, rapidità, felicità.


IO CAMBIERO’ IL MONDO. POESIE PER CRESCERE.

scritto da Janna Carioli, illustrato da D. Gucciardini

edizioni Mondadori

da 7 anni

Com’è difficile crescere! D’improvviso i piedi sono troppo grandi e i vestiti troppo stretti, il naso si riempie di brufoli, ti mettono l’apparecchio ai denti e l’unico rifugio sembra essere ancora il vecchio orsetto di peluche. Diventare adulti è un lungo coraggioso viaggio alla scoperta di se stessi. E in questo viaggio ogni bambino è solo con le paure, i desideri, la voglia di scoprire cosa c’è nel mondo, quello vero. Le poesie di Janna Carioli ci accompagnano per mano nell’universo dei bambini che stanno crescendo, dei bambini che tutti gli adulti sono stati. Cullano dolcemente come onde del mare, spronano nel ritmo delle rime, divertono con il gioco delle parole che si rincorrono lievi e scanzonate. Poesie che scherzano con i suoni e le emozioni in un linguaggio moderno e brioso, ma sanno dire a chi le sa ascoltare: “Attenti, ci sono anch’io… e cambierò il mondo.”


RIME DI RABBIA

scritto da Bruno Tognolini

edizioni Salani

da 7 anni

Cinquanta invettive per le grandi rabbie dei piccoli, e per le piccole rabbie dei grandi. Poesie furiose, amare, esagerate, dolenti e spassose, che offrono ai bambini arrabbiati ’parole per dirlo’.

Parole poetiche e belle, perché magari, dicendola bene, la rabbia fiammeggia meglio e sfuma prima.

Poesie da leggere per ridere, o per piangere, o per consolarsi. E magari da copiare sul diario di un amico che ci ha offeso, su un bigliettino da inviare a un insolente.

Premio Andersen 2011. Premio speciale della giuria.


POESIE DI GHIACCIO

scritto da Vivian Lamarque, illustrato da Alessandro Sanna

edizioni Einaudi Ragazzi

da 8 anni

Cosa succede quando un poeta incontra la crudeltà del ghiaccio, l’innocenza della neve? Può diventare vecchissimo e anche bambino, compiere mille anni e anche dieci, e può poi scrivere poesie come queste. Poesie di cieli bianchi, di laghi gelati, di tormente e di lune, poesie di lupi e di pettirossi, di corvi e di civette, di abeti e di agrifogli e di spine, cosi «la neve bianca la neve esangue / diventa rossa come un sangue».

Versi dicembrini, invernali, paesaggi alla Bruegel, poesie di freddo e di fame, di ninne-nanne e di sonni, e sopra tutto questo, sopra tutto questo, l’immenso candido manto della neve. «Ha occhi di ghiaccio / e di ghiacco le inani / ha un cuore freddo / freddo gelato / hi neve è un bambino / che non si è mai svegliato». Poesie per scolari in cerca di rime e cantabilità, ma anche poesie per lettori dall’infanzia remota, seppure perennemente in corso. Poesie per freddolosi, per colpa dell’inverno o del cuore, cuori cagionevoli, che hanno il vizio di gelare. Poesie per innamorati svaniti per sempre come neve, e per sempre sul punto di tornare.


LE PAROLE ACCESE

scritto da Davide Rondoni

edizioni Rizzoli

da 8 anni

Se pensi che la vita sia noiosa fai una cosa: sali su un treno per dovunque, scoprirai com’è ricco un giorno qualunque…

” Una raccolta di poesie che parlano la lingua dei piccoli sulle stagioni e sui momenti speciali, sui sentimenti, sulle persone.

Si legge con cuore leggero, quasi una consolazione che solleva le parole dal rumore quotidiano, abbaiato, di tanti inutili proclami.


LA CASA DELLE ODI

scritto da Pablo Neruda, illustrato da Beatriz Bermudez Parrado

edizioni Motta Junior

da 9 anni

Cosa sono le cose?

La domanda può essere facilissima o difficilissima. Dipende. Il cileno Neruda sceglie di percorrere tutte e due le strade del pensiero, raccontandoci il quotidiano con piglio eroico ed ironico insieme. Persino il piatto, il pomodoro, la cipolla o il cocomero trovano spazio per essere messi in versi in questa “Casa delle odi”, dove ogni cosa deve essere cantata e afferrata per essere vissuta. La stessa capacità di essere materica e imprevedibile è nelle immagini della spagnola Beatriz Bermudez Parrado. Lo slancio maturo e generoso del Cile incontra la goia infantile della Spagna e, insieme, ci regalano la casa dei nostri sogni…


LA CAVALLA STORNA

scritto da Giovannni pascoli, illustrato da Simone Rea

edizioni Rizzoli

da 10 anni

Un omaggio al poeta che ha saputo parlare in modo semplice ed efficace al cuore di grandi e piccoli. Le poesie di Giovanni Pascoli esprimono lo stupore di fronte al quotidiano che si manifesta, e rispecchiano la capacità tutta bambina di meravigliarsi di ogni cosa: di un temporale, del profumo dell’erba dopo un acquazzone, della mansuetudine buona degli animali di casa. “La cavalla storna” ricorda e rievoca uno dei momenti più tristi e commoventi della sua infanzia: la morte del padre. Nelle tavole di Simone Rea, una delle nuove firme dell’illustrazione italiana, il segno originale e la forza persuasiva dei suoi colori restituiscono in tutta la loro potente attualità ricordi e sentimenti di Pascoli bambino.


I MIEI SOGNI SONO COME CONCHIGLIE

edizioni Rizzoli

da 10 anni

Una raccolta di poesie nate dal laboratorio “La musica delle parole”, tenuto da Antonetta Carrabs presso il reparto di Ematologia Pediatrica dell’Ospedale San Gerardo di Monza. Gli autori sono i bambini, sono Luca, Alessandra, Josef, Giulia, Salma. E nelle poesie che hanno scritto ci sono le loro emozioni, i desideri, le inevitabili paure. Alcuni poeti da grandi – Betluomini, Lamarque, Piumini, Spaziani – hanno scritto a loro volta delle poesie che vanno a scandire i capitoli di questa raccolta. I diritti d’autore saranno devoluti al Comitato Maria Letizia Verga per lo studio e la ricerca delle leucemie del bambino.


LA POESIA E’ UN ORECCHIO

scritto da Donatella Bisutti

edizioni Feltrinelli Kids

da 10 anni

Questo libro nasce dal desiderio di far conoscere ai giovani lettori i versi più belli della tradizione poetica italiana. Donatella Bisutti raccoglie centotrenta poesie scelte tra i grandi autori dell’Ottocento: Leopardi, Carducci, Pascoli per arrivare ai più contemporanei Luzi, Sereni, Caproni passando da Gozzano, Saba, Ungaretti e moltissimi altri (sono in tutto cinquanta i poeti citati). Non un’antologia ma un “laboratorio di emozioni” che vengono fatte scaturire dalla lettura delle poesie raccolte dall’autrice non in ordine cronologico ma seguendo particolari tematiche.

Ecco come la poesia trasforma le sensazioni in stati d’animo (La pioggia è con noi di Salvatore Quasimodo, I fiumi di Giuseppe Ungaretti). La poesia ci insegna ad ascoltare (La quiete dopo la tempesta di Giacomo Leopardi). La poesia imita i suoni della natura (La capinera di Giovanni Pascoli, La fontana malata di Aldo Palazzeschi). La poesia ha un colore (Sera di Vincenzo Cardarelli, L’Azzurro di Sibilla Aleramo). Il ritmo nella poesia fa parte di un significato (La preda di Giorgio Caproni). Fino alla poesia che ci mostra l’invisibile al di là del visibile (L’infinito di Giacomo Leopardi).


I BAMBINI NON VOGLIONO IL PIZZO

La scuola «Giovanni Falcone e Paolo Borsellino»

scritto da Anna Sarfatti, illustrato da S. Riglietti

edizioni Mondadori

Ci sono argomenti che non è facile trattare con i bambini, perché toccano temi complessi, difficili da comprendere, spesso anche dagli adulti. La mafia è sicuramente uno di questi, e per affrontarlo con coraggio e semplicità erano necessarie l’esperienza di un’insegnante e la sensibilità della poesia. Al ritmo della rima, che in apparenza si snoda lieve ma che scava la roccia come la proverbiale goccia d’acqua, l’autrice narra la storia di Margherita, una bambina dolce e determinata che si trova a subire sopraffazione e violenza nel microcosmo della scuola e in famiglia. E proprio la scuola si rivela il luogo fondamentale per reagire ai soprusi della mafia, primo tra tutti la richiesta ricattatoria del pizzo, grazie a una maestra generosa e a compagni di classe speciali! Con una presentazione intensa di Maria Falcone, Presidente della Fondazione Giovanni e Francesca Falcone.

FILASTROCCHE E POESIE

Milù & Milà

Milù è insegnante di scuola primaria. E’ ideatrice e curatrice del sito "mondodiluna.it", dedicato alla cultura dei bambini e delle bambine. Mià è la titolare del "Club dei Piccoli Lettori", di San Severo (Fg). Associazione Culturale nata per diffondere la letteratura per l’infanzia e l’adolescenza.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × 5 =