STORIE BAMBINE

Il mondo interiore dei bambini e delle bambine non corrisponde sicuramente a quello degli adulti. I sentimenti da loro provati, le esperienze da loro vissute e gli sguardi utilizzati per interpretare la realtà non sempre sono percepiti con lucidità e attenzione dai grandi. Questo puo’ creare amarezza, insicurezza e solitudine nell’animo degli abitanti dell’universo infanzia.


“HO VISTO PASSARE”

Storia work in progress di Matteo Gubellini, racconta proprio l’incapacità degli adulti di capire il mondo dei bambini e delle bambine, attraverso un viaggio in autobus di un piccino e di suo padre.

Il progetto si compone di coppie di immagini:

nella prima illustrazione, il bambino vede delle cose fantastiche nelle cose comuni e lo dice al papà; nella seconda illustrazione vengono mostrate le cose come le vede il piccolo (in modo fantastico) e ci sono, poi, le parole di suo padre, che si lamenta sempre, e non capisce.

Ma una storia tira l’altra e….

“LA VOCE DELL’ UCCELLINO”

è un progetto ancora più delicato:

parla dei soprusi che sovente i bambini e le bambine subiscono da parte di certe maestre, così abili nell’ottenere il loro silenzio.

SCARICA

LA VOCE DELL’ UCCELLINO in pdf


mondodiluna.it non è rimasta indifferente al contenuto di questi due progetti.

I temi affrontati sono talmente rilevanti che non poteva dare voce all’autore e all’illustratore in persona, Matteo Gubellini.

Si tratta di due storie contro gli adulti. Perchè, da quale esperienza nascono? E’ proprio prepotente e indifferente l’atteggiamento dei grandi nei confronti dei bambini e delle bambine? Mi parli un po’ di questo padre e di questa maestra.

In realtà io non le considero storie contro gli adulti e, naturalmente, sono virate su premesse e intenti differenti. “Ho visto passare” è una storia triste, inequivocabilmente triste, e racconta delle fatiche dei bambini che seppur amati dai propri genitori, da questi non sempre sono ascoltati; le loro piccole (ma enormi) parole son trattate con superficialità e noncuranza. Ma non c’è una vera e propria colpa da parte degli adulti. Tolte rare eccezioni, il mondo degli adulti è inconciliabile con quello dei bambini, e viceversa. L’incomunicabilità è inevitabile. “La voce dell’uccellino” si rivolge ai bambini, ed è una storia che chiede loro di raccontare ai propri genitori quello che succede all’interno dell’asilo e a scuola, vorrebbe sensibilizzarli in questo senso, ma è rivolta anche ai genitori, perché parlino con i figli per cogliere eventuali anomalie che magari i figli considerano con naturalezza.

 

Chi è Matteo Gubellini?

E’ uno a cui piace scoprire cose e magari trasformarle in storie.

 

Chi era Matteo Gubellini da bambino?

Era uno a cui piaceva scoprire cose e magari trasformarle in storie.

 

Perchè è diventato autore e illustratore?

Perché disegno fin da piccolo, per la necessità di inventarmi delle storie e perché molto probabilmente la realtà in cui vivo non mi ha mai soddisfato troppo 🙂

 

A chi si ispira?

A un sacco di situazioni vissute, a illustratori e fumettisti, pittori, registi, scrittori e… e il pozzo è senza fondo!

 

Un messaggio per gli adulti:

Non ho messaggi da lasciare agli adulti, forse perché non ho troppa fiducia. Personalmente spero sempre di migliorare come padre.

 

Un messaggio per i bambini e le bambine:

Prendete in mano i libri, apriteli, e molte volte ci potrete trovare dentro gli orizzonti e le angolazioni speciali che nella vita ci sembrano precluse.

 


Matteo Gubellini possiede spazi on line da visitare… scoprirete illustrazioni e quadri, fantasticherie e canzoni, animazioni e incontri con i bambini e le bambine…

matteogubellini.blogspot.it

 

 

 

STORIE BAMBINE

Giovanna Mauro

è ideatrice e curatrice di mondodiluna.it. Insegnante di scuola primaria e appassionata lettrice ad alta voce di storie per l'infanzia. Legge per strada, nei parchi, nelle librerie e ovviamente in classe. Collabora con l’Onlus “Save the Children” e con l”Unicef”. Ha lavorato come redattrice nei quotidiani locali la “Gazzetta di Avellino” e “Ottopagine”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16 + dodici =