GIORNALISTI NELL’ERBA

Indetto dall’associazione di promozione sociale Il Refuso, il concorso premia articoli, servizi, reportage ed altre forme di comunicazione che raccontino e promuovano la tutela dell’ambiente.

GIORNALISTI NELL’ERBA, progetto nazionale e internazionale di sensibilizzazione ambientale e di esercizio della sua comunicazione, ha coinvolto, lo scorso anno, 1480 bambini e ragazzi di ogni regione d’Italia, suscitando il plauso di enti tra i quali l’Ordine Nazionale dei Giornalisti, la Presidenza della Repubblica, la presidenza della Camera, la Regione Lazio, nonché di testate giornalistiche nazionali fra cui l’Ansa (media partner dell’iniziativa), il Corriere della Sera, il Messaggero, e di molte organizzazioni ambientaliste.


I tre temi di GnE 4 sono:

MI SCAPPA L’ACQUA – dai 5 ai 9 anni, ovvero dall’ultimo anno della scuola dell’infanzia al IV della primaria.

DIRITTO D’ACQUA – dai 10 ai 13-14, ovvero dal V anno della primaria al terzo della secondaria di primo grado.

YELLOW E’ MEGLIOU – dai 14 ai 18-19, ovvero dal primo all’ultimo anno di liceo.

I giovanissimi GnE che partecipano alla quarta edizione del concorso si divideranno per le tre fasce d’età/tema previste. Ciascuna fascia ha a disposizione varie sezioni di gara:

A. Sezione elaborati giornalistici su supporto cartaceo (articoli, interviste, reportage, inchieste)

B. Sezione elaborati giornalisti su altri supporti (interviste in video, radiofoniche ossia audio, inchieste, reportage, pezzi … fotoreportage)

C. Sezione giornali e telegiornali completi

D. Sezione “creativa” (disegni, dipinti, collage, cartelloni, vignette e strisce, poesie, racconti, spot-pubblicità progresso, video arte etc.)

SCADENZA 9 marzo 2010

GIORNALISTI NELL’ERBA

mondodiluna.it

mondodiluna.it offre approfondimenti, letture, spunti, strade da percorrere, esperienze scolastiche e atteggiamenti positivi per rendere omaggio ad un periodo della vita umana che ha bisogno di esperienze positive e sostegno. "L’infanzia è un tempo prezioso, da vivere con emozione e dolcezza, con consapevolezza e senso civico."